24 dicembre 2012
 Posted by lorenza
25

Menu di nozze

 

3 tipi di aringhe marinate
uova sode ripiene di gamberetti, dill (aneto), maionese
skagen toast (toast con gamberetti)
salmone affumicato svedese di ställberg
arrosto di alce in salsa alle erbe
prosciutto
insalata 
melone
patate all’aneto
le tentazioni di Jansson (tipo lasagna di patate, acciughe e panna)
polpette di alce
salsiccine del principe
omelette di finferli
pane fatto in casa formaggio e burro da produttori locali

 

Facciamoci riconoscere e facciamo gli italiani fino in fondo. Tanto lo sappiamo tutti che la cosa più importante dei matrimoni è quello che si mangia… se fosse viva la mia povera nonna Milena non avrei il coraggio di invitarla al mio matrimonio a mangiare le aringhe che lei si mangiava in tempo di guerra.

“Cara mia” mi raccontava “il matrimonio della nipote di Gino è stato bellissimo, siamo stati 6 ore seduti a queste belle tavolate addobbate coi fiori e i pizzi. Ci hanno portato 8 antipasti, 4 primi, 3 secondi di carne e 3 di pesce…”

Insomma vorrei farmi un po’ un’idea di quello che ci perdiamo. Ci raccontate il vostro menu di nozze, o se non siete sposati, quello che vi è rimasto più impresso?

Facebook Twitter Email

25 comments on “Menu di nozze”

  1. Miriam Reply

    Grandissime Ingrid e Lorenza! Con piacere vi raccontiamo il menù del nostro matrimonio:

    §- antipasto di salsa piccante e hummus di ceci con cestini di pane speciale
    §- lasagna di verdure al pesto aromatico
    §- quinoa alle verdure
    §- seitan “tandoori” con albicocche e mandorle
    §- tagliere di formaggi misti con miele accompagnato da chicchi d’ uva e rustico di pomodoro fresco e origano
    §- fagiolini alla birra
    §- insalata mista con semi
    §- frutta fresca mista
    §- torta al cioccolato fondente farcita con marmellata di lamponi, accompagnata da yogurt bianco
    §- vino bianco e rosso biologico
    §- prosecco biologico
    §- caffè, orzo e liquori biologici e equosolidali

    🙂

    Miriam & Roberto

    • lorenza Reply

      anche voi rientrate nella lista degli alternativi… mia nonna Milena non avrebbe gradito neanche il vostro menu di matrimonio! ahahah

      • lorenzo Reply

        Vedrai lula, a breve sarà alternativo il menù classico, una bella tonnellata di ravioli e ul bel rosso antibiliogico ma potente, poi, via le scarpe di sotto il tavolo…Grande Milena, sono sempre dalla sua!!!

  2. Miriam Reply

    esatto! Alternativo ma stra-buono!

  3. Cate Reply

    Dove c’è maionese c’è felicità!

  4. alexandra Reply

    AHHAHAH ! Mitiche! Noi al nostro era buffet:
    crostini toscani e misti
    affettati misti
    panino porchetta
    pappa al pomodoro
    formaggi misti
    insalata di farro
    millefoglie
    e forse qualcos’altro….NON MI RICORDO! AHAHHAHA
    vino-spumante-cococola!

    • lorenza Reply

      il panino con la porchetta al matrimonio è troppo avanti!

  5. brunella Reply

    ma il Desi è allergico ai gamberetti!!! mica voglio restre vedova….

    • lorenza Reply

      si mangerà tutte le 2500 polpette!!!

  6. Anna Reply

    Pranzo di nozze nel giardino della casa campagnola dei miei suoceri, tutto (o quasi) cucinato dai vari familiari:
    peperoni sott’olio con capperi e aromi vari fatti da me e mia suocera
    olive varie e vari salatini
    insalata di riso e panzanella della suocera
    un centinaio di arancini siciliani preparati dalla moglie di mio babbo, e di cui non sono rimaste neanche le briciole
    Mousse di prosciutto e sformato di zucchine del Galanti
    fagioli freschi dell’orto
    lingua salmistrata preparata dal suocero
    Porchetta (presa alla macelleria di ponte a greve)
    insalate russe delle zie del marito (con i peperoni avevano “scritto” sopra le insalate i nostri nomi, very kitsch!
    Caponata fatta da mia mamma (idem come per gli arancini, di una secchiata di caponata non è avanzato che la pentola! e mamma che aveva fritto per tre giorni ha avuto la sua bella soddisfazione!)
    salumi vari e insalata
    formaggi pecorini e pere
    Gelato con frutti di bosco (fragoline, lamponi, more) raccolti (e congelati per farli arrivare al giorno fatidico) da noi
    tirami su con mascarpone e fragole fatto da mia mamma
    torta di noci e crostata di frutta, che è stata destinata a torna nuziale, della pasticceria di San Marcello
    frutta varia
    vini caffè bibite per i piccoli
    E soprattutto ci siamo divertiti un monte, allo sbraco totale sul prato, con gli invitati che si erano portati i jeans per cambiarsi dopo l’eleganza in comune, per potersi sbracare meglio!!!

    • lorenza Reply

      la nonna Milena avrebbe certamente preferito il tuo matrimonio! quasi quasi anche io…

  7. Pier Reply

    miglior pranzo di nozze incredibilmente a Londra, ma lo sposo era un cuoco quindi non poteva che esseere buonissimo: tutto a buffet solo pesce, gamberoni, gamberi, salmone come se piovesse, cozze in tutti i modi, ostriche, mazzancolle, tutto abbondante e leggero

    • lorenza Reply

      beato te! mi fai ricordare che il nostro unico matrimonio a londra è stato di due amici vegani… siamo uscite dalla festa completamente sbronze e affamatissime!

      • Pier Reply

        beh in tutti gli altri matrimoni inglesi sono sempre uscito deluso, affamatissimo e ubriaco……..

      • Fra Reply

        hihihiii!!! 🙂

      • Barbara Reply

        Nooo! Il matrimonio vegano! Poverineeee!!! Ah ah ah! Ve lo dico da vegana: si può fare molto in cucina vegan, ma… purtroppo per i grandi eventi e nella ristorazione i professionisti sono ancora impreparati, spesso i vegan fanno infatti pranzi di nozze vegetariani per evitare che gli chef si “perdano”… Mi sono fatta una bella risata va! 🙂

  8. mari Reply

    … pori vegetariani!

    • lorenza Reply

      Maria, non capisco. Sei mica vegetariana???

  9. Barbara Reply

    A leggere i menù dei vostri matrimoni quasi mi vergogno… Noi volevamo fare un matrimonio “semplice” (leggi non volevamo spendere per la festa, ma per il viaggio di nozze e per noi…) quindi abbiamo invitato solo i parenti stretti, una ventina-trentina di persone in un ristorante “normale” dove abbiamo riservato una sala e deciso un menù standard. Ci siamo sposati a Parigi, una buona metà dei parenti sono arrivati dall’Italia e il pranzo era in un bistrot tradizionale:
    -aperitivo e patate al forno e fritte a volontà
    -antipasto di millefoglie di melanzana (pasta sfoglia, melanzana a fette, mozzarella, salsa pomodoro)
    -coniglio alla crema con contorno di verdure
    -torta rettangolare mega: millefoglie alle mele e calvados
    -vino rosso e champagne.

    • lorenza Reply

      BUONISSIMO E MOLTO CHIC! Il nostro problema è che il vino rosso del monopolio svedese non s’affronta… quindi il menu deve essere bello rustico per abbinarsi meglio alla birra e al conseguente “ruttino” di gruppo 🙂

      • Barbara Reply

        Quante cose si imparano su Internet… 😉 Ok, niente vino rosso quando andremo in Svezia… Ma aspettiamo le foto e il racconto del matrimonio: sono curiosisssima, dopo averci raccontato il prima non ci priverete del durante spero! Intanto tanti auguri di cuore da Parigi, dove proprio in queste settimane stiamo vivendo momenti in bilico riguardo alla legge sul matrimonio gay. Sabato 27 andremo (diversi vegani francesi sono omosessuali o viceversa molti omosessuali sono vegan… fate come preferite) alla seconda marcia per l’uguaglianza, i miei amici ed io siamo molto ottimisti al riguardo, anche se in effetti i numeri delle persone scese in campo “contro” sono di molto maggiori. Ma Hollande aveva promesso questa legge in campagna elettorale e ha dichiarato a Le Monde che le sue intenzioni non sono cambiate. Anche il sindaco di Parigi, Bertrand Delanoe, che a suo tempo fece outing in piena campagna elettorale, sostiene questo cambiamento… Insomma fate una bella cosa a livello personale sposandovi e la fate anche al momento GIUSTO! Congratulazioni e buona continuazione per tutto.

        • lorenza Reply

          cara Barbara, grazie di cuore di questo commento. Seguiamo le vicende francesi con la speranza che in Italia venga eletto un governo attento ai diritti civili. I cittadini come noi possono fare tutte le battaglie e i blog di questo mondo ma le Istituzioni devono fare il loro lavoro!

  10. giorgia Reply

    adottatemi 🙂 un abbraccio da roma

    • ingrid Reply

      Giorgia!!! Un abbraccio grande anche a te!

  11. federica Reply

    Bhè noi abbiamo festeggiato in una fattoria, quindi s’è vinto facile… Antipasto a buffet con salumi, formaggi, insalata di farro, spiedini, schiacciatine cotte nel forno a legna etc etc… Primo piatto: pasta fatta in casa ai fiori di zucca con dadolata di prosciutto crudo, dalla brace: gran grigliata di bistecca, rosticciana, pollo e salsiccia contorno: patate arrosto e insalata mista. Poi cartoccini di frutta al forno e torta nuziale bavarese con le fragoline di bosco (del Ballerini, borgo Ognissanti – provare per credere). Ah dimenticavo di accennare che dopo la cerimonia, quindi prima di andare in fattoria, per dare un fermino e ringraziare chi era comunque venuto a salutarci ,avevamo preparato un rinfresco per 200 persone a base di dolce e salato. La sposa come al solito ha mangiato il giusto e l’onesto, si è dedicata alle PR, lo sposo è riuscito a mangiare di ogni e ad intrattenere gli ospiti! Ragazze, il consiglio è ok il matrimonio si va a fare in Svezia sappiamo perchè, però per festeggiare allegramente e degnamente bissate il pranzo nella campagna toscana magari a casa dei tuoi genitori!

Leave a comment

Please wait...